Home >> Registro imprese >> Bilanci
 
Bilanci
ATTENZIONE! Per la Camera di Commercio di Cosenza NON è consentito presentare il bilancio d'esercizio a mezzo "procura speciale"
 
BILANCI 2014
Le principali novità in materia di deposito dei bilanci per l'anno corrente sono quelle indicate nella circolare n. 3668/C, clicca QUI
Il deposito del bilancio di esercizio e del bilancio consolidato si configurano come unico adempimento, ai sensi dell’art 42 D.Lgs.127/1991, pertanto le imprese che depositano il bilancio di esercizio ed il bilancio consolidato, sono tenute all’assolvimento dell’imposta di bollo e del diritto di segreteria una volta solo in sede di deposito del bilancio di esercizio.
Il deposito del bilancio di esercizio e del bilancio sociale o, bilancio sociale consolidato, si configurano come unico adempimento, pertanto le imprese sono tenute all’assolvimento dell’imposta di bollo e del diritto di segreteria una volta solo in sede di deposito del bilancio di esercizio.
I contratti di rete, che hanno istituito un fondo patrimoniale e un organo comune destinato a svolgere un’attività con i terzi, sono tenuti, entro due mesi dalla chiusura dell’esercizio, a depositare presso l’ufficio del registro delle imprese, ove hanno sede, la situazione patrimoniale redatta secondo le disposizioni relative al bilancio di esercizio delle società per azioni. Tale disposizione si applica anche alle reti di imprese prive di personalità giuridica.
• Le aziende speciali e le istituzioni degli enti locali hanno l’obbligo di iscriversi al Registro delle Imprese o nel Repertorio Economico Amministrativo e di depositare il bilancio di esercizio entro il 31 maggio di ciascun anno, come da Circolare n. 3669/C del 15.04.2014 il MISE ha fornito chiarimenti e indicazioni operative in merito all'iscrizione nel R.I. e nel REA  e al deposito del bilancio d'esercizio da parte istituzioni e aziende speciali di cui all'art. 114 D.Lgs 267/2000 (T.U. enti locali) • Dal corrente anno 2014 le Start-up non hanno più la facoltà di allegare l’attestazione del mantenimento dei requisiti, previsti rispettivamente dal comma 2 e dal comma 5 del D.L. n.179/2012 convertito nella legge n. 221/2012, che dovranno invece essere presentati separatamente con il modello S2.
• Dal mese di febbraio 2014 il modulo C17 non dovrà più essere utilizzato per la dichiarazione di permanenza delle condizioni di mutualità prevalente, essendo stato sostituito dal riquadro dedicato nel modello B
 
 
PRINCIPALI NOVITA' 2014
Di seguito si evidenziano alcune delle modifiche e novità introdotte dalla citata Circolare 3668/C relativamente al modulo B (Deposito di bilanci di esercizio e situazioni patrimoniali):

Soggetti utilizzatori del modulo B
Tra i nuovi soggetti utilizzatori dei modulo B ci sono:
• le Società tra professionisti ai sensi del D.M. n. 34/2013;
• le Società di mutuo soccorso del D.M. n. 6/3/2013;
• i Contratto di rete dotato di soggettività giuridica.

1. Finalità del modulo
Dal 2014, il modulo B dovrà essere utilizzato anche per il deposito presso l’ufficio del Registro imprese:
- del bilancio delle aziende speciali e le istituzioni sottoposte al patto di stabilità interno in virtù dell’art.25 decreto-legge 24 gennaio 2012 , n. 1, convertito con modificazioni dalla L. 24 marzo 2012, n. 27;
- della situazione patrimoniale dei contratti di rete (art. 45 D.L. n. 83/2012 convertito con L. n. 134/2012).

2. Bilancio Consolidato
L'art. 42 del D. Lgs. n. 127/1991 prevede che il bilancio consolidato sia depositato "con il bilancio d'esercizio"; per esigenze informatiche, tuttavia, il deposito di tali due bilanci non è possibile mediante un'unica pratica.
Di conseguenza, dopo avere provveduto (mediante presentazione di un modulo B) al deposito del bilancio d'esercizio, le imprese tenute al deposito del bilancio consolidato dovranno depositare un ulteriore modulo B con allegato un modulo Note recante gli estremi relativi al modulo B del bilancio ordinario.
Ciò evidenzierà il "collegamento" tra i due adempimenti al fine dell'applicazione del corretto diritto di segreteria e della corretta imposta di bollo.

3. Bilancio Sociale
Il decreto ministeriale emanato in attuazione dell'art. 5, comma 5 del D.Lgs. n. 155/2006, ha previsto che tra i documenti che l'ente impresa sociale deve depositare presso il registro delle imprese vi siano:
(omissis)
• b) un documento che rappresenti adeguatamente la situazione patrimoniale ed economica dell'impresa;
• c) il bilancio sociale, di cui all'articolo 10, comma 2, del citato D.Lgs. n. 155 del 2006, redatto secondo le linee guida emanate con apposito decreto del Ministro della solidarietà sociale, sentita l'Agenzia per le organizzazioni non lucrative di utilità sociale;
• d) per i gruppi di imprese sociali, i documenti in forma consolidata, di cui alle lettere b) e c), oltre all'accordo di partecipazione e ogni sua modificazione;
(omissis).
Ai fini del deposito dei documenti di cui alle sopra richiamate lettere b), c) e d) si ritengono utilizzabili le modalità già indicate nel precedente punto 2) (Bilancio consolidato), al fine di evidenziare il "collegamento" degli adempimenti in questione e, quindi, dell'applicazione del corretto diritto di segreteria e della corretta imposta di bollo.

4. Casi particolari

a) Il deposito della situazione patrimoniale del contratto di rete va effettuato solo dall'impresa di riferimento (anche se trattasi di impresa individuale), presso l'Ufficio del Registro imprese ove questa ha la sede.
b) Il deposito del bilancio delle aziende speciali e delle istituzioni è consentito anche per i soggetti iscritti unicamente al REA.

5. Deposito per l'Albo Cooperative

Il riquadro va obbligatoriamente utilizzato solo dalle società cooperative e società di mutuo soccorso che hanno l'obbligo di iscrizione all'Albo Cooperative.
Il riquadro va compilato in occasione del deposito del bilancio con lo stesso modulo.
Non andrà più nè compilato nè allegato il modulo C17, che viene sostituito dalle presenti informazioni.
Vanno effettuate alcune dichiarazioni tramite la spunta delle informazioni riportate.
Va sempre effettuata la dichiarazione di permanenza o meno delle condizioni di mutualità prevalente.
In caso di dichiarazione di permanenza della mutualità prevalente, questa va documentata riportando ulteriori informazioni, non altrimenti desumibili.
Altre informazioni verranno invece recepite automaticamente dai documenti di bilancio allegati alla pratica.
Va sempre aggiornato il numero dei soci ed indicata l'eventuale adesione ad associazioni di rappresentanza. Elenchi soci.
 
GUIDE E ISTRUZIONI
Pubblicata la guida al deposito dei bilanci, aggiornata con le ultime novità introdotte dalla normativa più recente e dalle modifiche ai modelli per la presentazione degli atti al registro delle imprese, contenute nel d.m. 18 ottobre 2013.
Nonchè il Vademecum della nota integrativa in formato xbrl destinato agli utenti per il deposito, in via sperimentale .
La sperimentazione durante il 2014 potrà essere eseguita utilizzando la tassonomia per compilare la nota integrativa per il bilancio ordinario d'esercizio e il bilancio in forma abbreviata.
Scarica la comunicazione del Conservatore relativa al deposito del bilancio 2014 con indicazione degli importi e delle sanzioni clicca qui
 
Termini per il deposito dei bilanci:
Il termine di presentazione del bilancio al Registro delle Imprese territorialmente competente è di 30 giorni dalla data di approvazione.
Al fine del computo del termine il sabato e la domenica vengono considerati giorni festivi e quindi si considera tempestivo il deposito effettuato il primo giorno lavorativo successivo (art. 3 DPR 558/1999).
Le sanzioni per ritardato od omesso deposito di bilancio ed elenco soci sono dovute per ogni responsabile (amministratori o liquidatori di società) per bilanci approvati dal 16/10/2011 secondo quanto disposto dall’art. 2630 c.c., per i seguenti importi:
- ritardato od omesso deposito di bilancio al Registro delle Imprese:
● 91,56 per un ritardo tra il 31° e il 60° giorno successivo al termine,
● 274,66 per un ritardo oltre il 60° giorno successivo al termine;
- ritardato od omesso deposito dell’elenco soci delle S.p.A. ammonta a:
● 68,66 per un ritardo tra il 31° e il 60° giorno successivo al termine,
● 206,00 per un ritardo oltre il 60° giorno successivo al termine.
 
NOVITA' BILANCI CONSORZI 2014
La prima scadenza rilevante della campagna bilanci 2014 riguarda i consorzi con attività esterna ed i contratti di rete dotati di organo comune e di fondo patrimoniale.
Per questi soggetti l’obbligo di deposito della situazione patrimoniale è entro il 28 febbraio.
Dato che la nuova modulistica Registro Imprese (versione 6.7), in vigore dal 1° febbraio 2014 e che sarà obbligatoria dal 1° aprile 2014, prevede l’utilizzo del nuovo codice atto 722 (situazione patrimoniale soggetti diversi) per il deposito della situazione patrimoniale dei contratti di rete, sono state adeguate sia le applicazioni di deposito (Bilanci online, Tyco e Applet Telemaco).
In particolare il codice atto 722 è l’unica tipologia di bilancio depositabile dai contratti di rete con soggettività giuridica (forma giuridica RC) e dalle imprese individuali (che possono depositare il bilancio unicamente in qualità di impresa di riferimento in un contratto di rete).
Si ricorda comunque che, con la nuova modulistica Registro Imprese, per tutti i contratti di rete dovrebbe essere utilizzato il codice atto 722 anziché il vecchio 720.

ISTRUZIONI
 
GESTIONE PRATICHE IN CORREZIONE
Si ricorda che al Registro delle imprese spetta un controllo meramente formale della documentazione e non anche valutazioni di merito.
 In ordine al contenuto del documento oggetto di mero deposito; pertanto in presenza di un bilancio formalmente corretto, quest’ufficio non può che dare pronta pubblicità al bilancio oggetto di deposito. Questo implica che l’ufficio non può accogliere né richieste di apertura correzione da parte dell’utente né richieste di annullamento della pratica di bilancio già trasmessa.

L'Ufficio del Registro Imprese di Cosenza non prenderà in considerazione le richieste di "apertura della gestione correzione"e di "annullamento" relative ai bilanci ed agli elenchi soci già trasmessi per il deposito.

Le eventuali irregolarità formali concernenti le domande d'iscrizione e deposito, di cui sopra,verranno riscontrate dall'ufficio in sede d'istruttoria della pratica, che richiederà la correzione da effettuare.Le altre irregolarità, vale a dire quelle di cui l'ufficio non ha competenza di verificare, dovranno essere risolte mediante un nuovo deposito a rettifica della domanda già presentata.
 
 GESTIONE PRATICHE A RETTIFICA

Nel caso di bilancio già depositato, per il quale si accerti successivamente l’errata o omessa compilazione alle parti dello stesso, è possibile procedere al seguente modo:

a) qualora il bilancio approvato dall’assemblea agli atti della società  sia corretto e risulti errata la copia presentata dall’amministratore
al Registro delle Imprese, si dovrà procedere ad un nuovo deposito del bilancio con tutta la documentazione. Nel modello XX note della pratica (da allegare al modello si dovrà precisare che trattasi di deposito presentato a rettifica del precedente bilancio già depositato con prot. n. …del….. indicarne gli estremi )allegando inoltre una dichiarazione degli amministratori, che evidenzi le parti aggiunte, modificate, soppresse (N.B. ovviamente Non deve essere modificato il risultato d’esercizio);
 diritti di segreteria e imposta di bollo previsti (€ 30.00+ € 65.00)- Bilanci a rettifica-
 
b) qualora l’assemblea provveda ad una nuova approvazione del bilancio in quanto la precedente approvazione sia riferita a documenti contabili che necessitino rettifiche, si dovrà procedere ad un nuovo deposito del bilancio compreso l’elenco soci (se S.P.A., S.A.P.A.,S.c.p.a.) con tutta la documentazione. Nel modello XX note della pratica si dovrà che trattasi di nuova approvazione a rettifica della precedente:
diritti di segreteria ed imposta di bollo previsti (€ 62.70+ € 65.00)
 
Per le S.P.A., S.a.p.a., S.c.p.a. nel caso di deposito di elenco soci già iscritto per il quale si accerti successivamente l’errata o omessa compilazione di parti dello stesso si potrà procedere al un nuovo deposito dell’elenco soci (senza bilancio e quindi senza codice 7XX)
Nel modello XX note della pratica (da allegare al modello principale B)si dovrà precisare che trattasi di deposito presentato a rettifica del
precedente elenco soci già iscritto con protocollo n…… del…..(indicare gli estremi)e il motivo della rettifica;
diritti di segreteria e imposta di bollo (€ 30.00+€ 65.00)
 
In considerazione del fatto che all’ufficio spetta un controllo meramente formale della documentazione e non anche valutazioni di merito in ordine al contenuto del documento oggetto di mero deposito e che in presenza di un bilancio formalmente corretto questo ufficio non può che dare pronta pubblicità al bilancio oggetto di deposito, si ritiene opportuno precisare che eventuali rettifiche a posteriori tese a sostituire il verbale depositato con data diversa (anche se giustificata da dichiarazione resa che si trattava di un invio di bozza di bilancio errata) sono consentite ai soli fini di pubblicizzare l’informazione corretta.
La medesima rettifica però non potrà essere invocata ai fini dell’esonero dalla sanzione,che necessariamente l’ufficio dovrà rilevare e contestare per il primo deposito effettuato tardivamente.

Si ricorda inoltre che la rettifica della data di approvazione espone gli amministratore a responsabilità di tipo diverso derivanti dal:
a)  Superamento del limite di 120 giorni dalla chiusura dell’esercizio sociale, ai sensi art. 2478 bis c.c.
b)   Rilascio di dichiarazioni non veritiere;
il soggetto titolato al deposito del bilancio al R.I. (amministratore, professionista incaricato)provvede a dichiarare la corrispondenza del documento inviato a quanto trascritto sui libri sociali della società sia con il primo deposito sia con il secondo a rettifica.
___________________________________________
ASSISTENZA
CALL CENTER INFOCAMERE: 199.50.20.10
CALL CENTER REGISTRO IMPRESE: 840 00 00 21
Dal lunedì al venerdì, dalle ore 09.00 alle ore 17.00
___________________________________________

 

Avviare e Gestire l'impresa

Far crescere l'impresa

Investire all'Estero

Tutelare il Mercato

Ciao Impresa

Banner_ConciliazioneRegistroimpresenuova visuraFB_SeguiciComunicatiStampaFatturazioneElettronicaInfocamere
Camera di Commercio di Cosenza, P.Iva: 01089970782 - Credits